Harrisburg, Pennsylvania: una lunga attesa per un messaggio che potrebbe cambiare la storia degli Stati Uniti

Harrisburg, Capitol Hill, sede del governo della Pennsylvania. Tutta l’America guarda questa città di 50mila residenti, capitale dello stato sulla costa orientale, dove tra poche ore possono annunciare un risultato decisivo nella corsa alla Casa Bianca. I sostenitori di Joe Biden stanno lasciando da ore la piazza sotto la scalinata, aspettando invano notizie del sorpasso di Donald Trump. Ma è stato un approccio continuo ed estenuante.

Alle 17.15 (23.15 in Italia) la prima cifra: dei 23mila voti ricevuti per posta e studiati, Biden vincerà i due terzi. Il deficit di Trump scende al di sotto di 100.000 a 90.500 voti. I due contendenti sono divisi per l’1,4 per cento: Trump 50,1, Biden 48,7. Il candidato democratico non è troppo mordace, ma la maggioranza dei voti è stata espressa da collegi elettorali a maggioranza repubblicani, come Tioga, dove il presidente ha ricevuto il 73% dei voti. Alle 18.13 il secondo aggiornamento: dei 37.000 voti contati, Biden vincerà nuovamente i due terzi.

Il vantaggio di Trump è sceso all’1,2 per cento e 78.000 voti. A 19,12 la terza cifra: ancora Biden, ma Trump resta molto indietro, davanti a 64.237 voti. Alle 20.30 la carenza si riduce a 53.221.000. Così, la carenza è stata dimezzata in tre ore. Nel distretto di Allegheny, restano da contare 35.000 schede, ma secondo le normative locali, non verranno elaborate dall’oggi al domani. Tutto è rimandato a venerdì mattina (stasera per l’Italia). Centinaia di migliaia di carte in più verranno elaborate durante queste ore o al mattino.

Non ci saranno segnalazioni da Capitol Hill. I democratici sono delusi. Anche le compagnie televisive che mettono telecamere e luci per la trasmissione in diretta. In ogni caso, la storia passerà da qui sia per Biden che per Trump. Venti importanti elettori della Pennsylvania daranno ai Democratici, che hanno 253 elettori, fiducia nella vittoria della Casa Bianca, ottenuta con almeno 270 voti. In Arizona, Nevada e Georgia la battaglia è ancora aperta e Trump sta prendendo il sopravvento, anche se leggermente, come in Georgia, o sta tornando negli altri due stati.

READ  Le 30 migliori recensioni di Lampada Da Esterno A Parete

Mentre i Democratici, tutti giovani e con maschere protettive, se ne vanno, i Trombettieri rimangono a debita distanza e senza maschera. Sono in cima alle scale, pacifici, orgogliosi delle loro scelte, innamorati del Paese. Niente a che vedere con la violenza delle milizie di estrema destra in altre città. Il ragazzo sventola la bandiera americana alle forti note di “More Slaves”, che non sono più schiavi, cantate da Zach Williams. Poi la ragazza balla. Altri guardano in silenzio. Sembra che ci sia qualcosa di magico in Harrisburg. L’attesa per le due Americhe continua. Ma adesso è il momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto