Haley, ex rivale di Trump, vuole evitare il “disastro” attraverso il voto

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

Nikki Haley diventa un “elettore di protesta”. Contiene una raccomandazione riguardo alle elezioni americane e allo stesso tempo un avvertimento a Donald Trump.

WASHINGTON – Nikki Haley ha posto fine a mesi di silenzio. L'ex candidata presidenziale repubblicana vuole votare per il suo ex rivale, Donald Trump, alle elezioni americane del 2024, Haley ha dichiarato durante un evento tenutosi mercoledì (22 maggio) a Washington che non è sempre sulla stessa lunghezza d'onda politica di Trump. Non è cambiato nulla al riguardo. Tuttavia, Haley ha spiegato che l’attuale presidente democratico Joe Biden è un “disastro”. “Ecco perché voterò per Trump”.

Tuttavia, l’ex governatore della Carolina del Sud, che inizialmente aveva abbandonato la corsa, ha avvertito che Trump dovrebbe “raggiungere i milioni di persone che hanno votato per me e continuare a sostenermi e non dare per scontato che si schiereranno dietro di lui”. A marzo si ritirò dalla corsa alla presidenza degli Stati Uniti.

Nikki Haley ora vuole votare per il suo rivale Donald Trump alle elezioni americane del 2024 © Zuma Wire/Imago

Haley ha affermato di dare priorità a “un presidente che… protegga i confini” e “sostenga il capitalismo e la libertà”. Haley ha continuato: “Trump non è stato perfetto in queste questioni, e l’ho chiarito molte volte”. Ma Biden è un “disastro”, quindi voterà per Trump.

Haley, ex rivale di Trump, è molto popolare tra i sostenitori del Partito Repubblicano

Haley è molto popolare tra gli elettori repubblicani moderati. Donald Trump può usare i propri voti nella corsa per la presidenza degli Stati Uniti contro l’attuale Biden. Trump aveva detto che non avrebbe preso in considerazione la nomina di Haley a vicepresidente.

READ  Israele critica l'inclusione del rapporto delle Nazioni Unite sui bambini nei conflitti

L’ex ambasciatore americano alle Nazioni Unite ha combattuto un duello di una settimana con Trump alle primarie interne del Partito repubblicano per candidarsi alla presidenza, ma non ha avuto alcuna possibilità e alla fine si è arreso.

Ciò significa che la campagna elettorale americana vedrà una nuova versione del duello tra Trump e Biden, che vuole candidarsi nuovamente alle elezioni del 5 novembre e non ha reali concorrenti nel suo partito. (AFP/AFP/Francia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto