“Ha pagato 750 dollari di imposta federale sul reddito nel 2016.”

Donald Trump, New York: “Ha pagato $ 750 le tasse sui ricavi nel 2016. ” Ecco perché Trump ha pagato solo $ 750 di imposta federale sul reddito nel 2016: New York Times che ha ricevuto alcuni dati dalle dichiarazioni dei redditi degli ultimi 20 anni del presidente americano.

Donald Trump non avrebbe pagato l’imposta federale sul reddito per 10 degli ultimi 15 anni: il New York Times riferisce di aver ricevuto alcuni dati dalle dichiarazioni dei redditi del presidente degli Stati Uniti. I giornali mostreranno come Trump ha centinaia di milioni di debiti, con diversi problemi con le proprietà di Trump e una serie di transazioni di appello per evitare di pagare le tasse.

L’amministratore delegato del New York Times Dean Bucket ha spiegato la decisione di pubblicare il giornale: “Crediamo che i cittadini debbano conoscere il più possibile i loro leader e rappresentanti, le loro priorità, esperienze e persino finanze”. Finora Trump si è rifiutato di rendere pubbliche le sue dichiarazioni dei redditi. “Ogni presidente dalla metà degli anni ’70 ha pubblicato le proprie informazioni fiscali”, ricorda Bakke, “e la tradizione è che un rappresentante che dirige il governo ed è coinvolto nella politica non dovrebbe cercare guadagni finanziari. Trump, uno dei presidenti più ricchi della nostra storia, ha infranto quella tradizione “.

Trump: “Sona solo fake news”

“Sono solo notizie false, solo notizie false”: così Donald Trump durante una conferenza stampa ha commentato lo scoop del “New York Times” che ha pubblicato le dichiarazioni dei redditi del presidente degli Stati Uniti e ha scoperto che Trump non ha pagato le tasse in 10 degli ultimi 15 anni.

«Abuso di potere»

Donald Trump vuole distruggere i diritti di milioni di americani, a cominciare da Obamakara. La reazione dei Democratici alla nomina alla Corte Suprema di un giudice cattolico conservatore e anti-aborto è molto dura. Amy Connie Barrett. La soluzione che Joe Biden ha identificato un vero “abuso di potere” invitandoAmerica “porre fine al caos in cui Trump ha gettato il Paese”.

READ  Pedull: "Il Napoli ha fatto un affare unico! Il patto originale. Dipende da Gattuso"

Il ritorno

“Spero che il Senato faccia la cosa giusta e si schieri dalla parte della democrazia”, ​​ha esortato il candidato democratico alla Casa Bianca. “Il Senato non dovrebbe votare fino a quando gli americani non voteranno. Questo non dovrebbe funzionare fino a quando gli americani non eleggeranno il loro prossimo presidente e il prossimo Congresso “, ha ammonito l’ex vicepresidente, rinnovando così l’invito a rimandare tutto alle elezioni del 3 novembre.” Se sarò eletto, la nomina del presidente Trump deve essere revocata “.

LEGGI ANCHE -> USA, Trump nomina Amy Connie Barrett alla Corte Suprema al posto di Ginzburg

L’obiettivo. il gol

Per Biden, l’obiettivo immediato di Trump è abrogare definitivamente la riforma sanitaria avviata nel 2010 da Barack Obama, un sogno a lungo accarezzato dai repubblicani e che potrebbe ora diventare una realtà se la corte fosse di parte a favore dei conservatori. Trump in realtà non sta facendo nulla per nascondere i suoi obiettivi e il giorno dopo la nomina di Barrett mostra quale dovrebbe essere il primo passo della Corte per lui: abolire Obamacar. “Lo sostituiremo con qualcosa di migliore e molto più economico. E sarà una grande vittoria per gli Stati Uniti! “, – ha scritto il presidente su Twitter.

Per il candidato alla vicepresidenza democratica Kamala Harris, “la scelta fatta da Trump è ovvia”: “Vuole distruggere l’Affordable Care Act e deporre le uova”, ha detto, riferendosi a Obamakara e alla storica decisione che nel 1973 L’aborto è stato legalizzato negli Stati Uniti. La nomina del falco Barrett, ha esortato il senatore Harris, “condurrà la corte più a destra per un’intera generazione”, lasciando molti dei risultati degli ultimi decenni da annullare. Ma a parte i toni litigiosi nelle file dei liberali e dei progressisti c’è un senso di rassegnazione e impotenza: Trump, salvo clamorose sorprese, può subito approvare la nomina di Barrett. Il presidente della Commissione Giustizia del Senato Lindsey Graham, uno dei principali alleati della Casa Bianca, detta i tempi: l’udienza del giudice inizierà il 12 ottobre e il voto è previsto per il 22 ottobre. Sarà poi il turno del tribunale di chiudere il caso prima dell’inaugurazione di Barrett presso l’Alta Corte entro la fine del mese.

READ  Misure segrete ed efficaci contro i ristoranti. Ancora non abbastanza per il trasporto

È improbabile che i democratici siano in grado di minare questa road map, anche se i leader del partito assicurano di non lasciare nulla di intentato. Mentre tra l’ala più progressista del partito cresce l’insoddisfazione per quello che molti trovano troppo sbilanciato l’atteggiamento di Biden e dell’establishment del partito. Nonostante il fatto che alla vigilia del primo duello televisivo tra i due candidati alla presidenza (martedì sera in Ohio), i sondaggi continuano a dare un biglietto a Biden-Harris, davanti a dieci punti su Trump Pence secondo l’ultimo sondaggio del Washington Post / Abc. Per l’ultimo sondaggio del New York Times / Siena al college il vantaggio è sette. Nel frattempo, visto il dibattito televisivo, Trump sta scaldando i motori, definendo Biden “un politico disonesto e un burattino nelle mani della sinistra radicale”. E, con provocazione, chiedendo a “Sleepy Joe di condurre un test antidoping prima o dopo il confronto.

video

Ultimo aggiornamento: 28 settembre, 00:54


© LA RIPRODUZIONE È VIETATA

More from Agapeto Napolitano

“Per noi la Salute del G20”. Virginia Raggi immobile

Un vertice mondiale sulla salute. In Italia. Ma Roma, il capoluogo, sede...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *