Guerra di Gaza | Israele attacca il centro di comando di Hamas presso la scuola

Sembra che Israele abbia attaccato un centro di comando di Hamas situato in una scuola. L'Egitto trae le conclusioni dall'operazione israeliana a Rafah. Maggiori informazioni nel blog delle notizie.

Le cose più importanti a colpo d'occhio


scaricamento…

inclusione

Portavoce dell'esercito: Denunce di ostaggi a Rafah

22:37: Secondo l'esercito israeliano, ci sono ostaggi israeliani nella zona di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. Gli ufficiali ne hanno informato il capo di stato maggiore Herzi Halevy durante la sua visita alle forze nella zona orientale di Rafah, secondo il portavoce dell'esercito Daniel Hagari. “Siamo determinati a fare tutto il necessario per creare le condizioni affinché possano tornare presto da noi”, afferma.

Testimoni oculari hanno riferito che le forze israeliane sono entrate nella città di Rafah. Pertanto, i carri armati si spostarono da est verso aree più a ovest.

Nazioni Unite: sparatoria mortale contro un veicolo delle Nazioni Unite, forse da un carro armato israeliano

21:33: Dopo che un impiegato internazionale delle Nazioni Unite è stato ucciso nella Striscia di Gaza, l'organizzazione mondiale presume che un carro armato israeliano abbia attaccato la sua auto. Lo ha annunciato a New York il portavoce delle Nazioni Unite Farhan Haq, identificando il dipendente ucciso come un indiano. Haq ha continuato: “Siamo in trattative con Israele per scoprire esattamente come è avvenuto questo incidente”. Un'altra donna giordana ferita è ricoverata in ospedale.

Esercito israeliano: attacco aereo al centro di comando di Hamas nella scuola

21:19: Secondo un portavoce dell'esercito israeliano, l'esercito israeliano ha ucciso più di una dozzina di membri di Hamas in un attacco aereo che ha preso di mira un centro di comando del movimento islamico di Hamas. Un portavoce ha detto che l'edificio si trova in una scuola e viene utilizzato dall'ala militare di Hamas per pianificare attacchi contro l'esercito israeliano nella regione centrale della Striscia di Gaza. Hamas ha allestito una “stanza della guerra” nel mezzo di una scuola gestita dall’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA).

READ  Dichiarazioni sulla tempesta del Campidoglio: il giudice fissa i limiti per Trump

Inizialmente le informazioni non possono essere verificate in modo indipendente. L'Autorità sanitaria della Striscia di Gaza ha affermato che 15 sfollati sono stati uccisi nell'attacco alla scuola.

I camionisti palestinesi temono per la loro incolumità quando viaggiano verso Gaza

17:18: Dopo i recenti attacchi contro un convoglio umanitario proveniente dalla Cisgiordania, sono emersi nuovi problemi nell'approvvigionamento di rifornimenti alla Striscia di Gaza. Adel Amer del Sindacato dei camionisti della Cisgiordania afferma che i camionisti palestinesi temono per la loro sicurezza. Si sono rifiutati di portare merci a Gaza per paura di attacchi. “Qui è un disastro a causa dei coloni”.

Lunedì i manifestanti israeliani hanno picchiato alcuni conducenti e danneggiato circa 15 camion. Ciò ha comportato perdite immobiliari per circa 2 milioni di dollari. Il sindacato ha spiegato che gli autisti non possono contare sulla protezione dell'istituzione militare. L'esercito dice che non può fare nulla contro i coloni.

Il Ministro della Polizia israeliano per gli Affari degli Insediamenti a Gaza: “Stiamo tornando a casa”

17:03: Secondo quanto riferito dai media, diversi ministri dei partiti nazionali di destra e di estrema destra della coalizione di governo guidata dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu hanno invitato durante una manifestazione per la creazione di insediamenti ebraici nella Striscia di Gaza. Hanno quindi partecipato ad una marcia a Sderot, nel sud di Israele, vicino alla Striscia di Gaza, dove si sono riuniti diverse migliaia di rappresentanti dell'estrema destra.

Qatar: i negoziati per il cessate il fuoco “sono giunti a un punto morto” a causa degli attacchi israeliani a Rafah

15:45: Secondo il governo del Qatar, i negoziati per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza hanno vacillato a causa dell’operazione militare israeliana a Rafah. “Siamo quasi a un vicolo cieco”, ha detto a Doha il primo ministro del Qatar Mohammed bin Abdul Rahman Al Thani. Sottolinea che le cose non si sono sviluppate “nella giusta direzione”.

Da settimane il Qatar, in collaborazione con rappresentanti degli Stati Uniti e dell'Egitto, cerca di mediare un accordo tra Israele e il movimento estremista islamico Hamas, ma finora senza successo. “Naturalmente, quello che è successo a Rafah ci ha riportato indietro”, dice ora Bin Abdul Rahman Al-Thani. Non c’è “chiarezza” su come Israele porrà fine alla guerra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto