F1: Il boom di Russell e Hamilton? Wolfe rivela come l’ha presa il campione

UN gran Premio che ha leggermente cambiato l’equilibrio in una squadra che vive da anni certezzacosì come un dominio indiscutibile. Riguarda Mercedesquale a Sahir doveva abbandonare Lewis Hamilton Mi soffermo sul coronavirus, ma c’è scoperto il grande George Russell. Il giovane inglese, che a volte sostituisce il sette volte campione del mondo, l’ha fatto ha dominato a lungo la gara deve rinunciare a una vittoria meritata solo perché circostanze sfortunate. E la domanda che molti si sono posti in queste ore: come è sopravvissuto all’impresa giovane collega che Lewis Hamilton costretto a fermarsi?

A una domanda ha risposto onestamente oltre che sinceramente Tota Wolf, Direttore del team Mercedes, in un’intervista a “Sky Deutschland”: “Probabilmente, se il nuovo pilota guida l’auto con cui hai vinto il titolo mondiale, è un dato di fatto non ti fa saltare di gioia«.

Allora Hamilton specificamente interessati dal boom di Russell, certamente il suo capo. Che nel contesto ha anche illustrato le opportunità affrontate dai bacini anglo-caraibici torna al volante in occasione dell’ultimo round di campionato della stagione Abu Dhabi.

“Allora è venuto semplicemente alla nostra attenzione ovviamente fragileperché Lewis non è a casa sua, ma sdraiato letto in una stanza d’albergo. Non è carino. Ma credo di sì sulla pista giusta torna indietro ”, spiegò Wolff.

“Se il tempo di recupero dipende dalle istruzioni dei medici, può funzionare giovedì o venerdì negativo“, Ha aggiunto il team numero uno Mercedes.

Orologio comunque molto densociò porterebbe comunque Hamilton ad Abu Dhabi molto tardi, anche nella migliore delle ipotesi.

READ  Singo tornò e divenne Roma

E. Russell, nel frattempo zampe.

AMNISPORT | 07-12-2020 23:32

Fonte: Getty Image

Nevio Udinesi

"Amico degli animali ovunque. Giocatore sottilmente affascinante. Piantagrane certificato. Professionista televisivo. Lettore. Ninja alcolico."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *