Europei di calcio – Debacle per l'Italia campione in carica: fuori contro la Svizzera – Sport

Berlino (Dpa) – Il direttore sportivo Gianluigi Buffon ha guardato nel vuoto per minuti, i giocatori dei campioni in carica sconfitti si sono scusati con i tifosi delusi con volti inespressivi. Un'Italia completamente inferiore ha meritatamente fallito agli ottavi degli Europei a causa delle ottime prestazioni della Svizzera. Sul 0:2 (0:1) davanti a 68.172 spettatori a Berlino, la selezione di coach Luciano Spalletti ha avuto la fortuna di non perdere ulteriormente.

Remo Freuler (37° minuto) e Ruben Vargas dell'Augsburg (46°) hanno deciso la partita per gli avversari tedeschi nel turno preliminare, i cui giocatori, come i loro tifosi euforici, dopo il fischio finale sono saltati con esuberanza sul successo del Campionato Europeo “Liberati dal Desiderio”. La Svizzera affronterà la vincente della partita tra Inghilterra e Slovacchia nei quarti di finale il 6 luglio a Düsseldorf.

Per l’Italia, invece, il ritorno a casa è all’ordine del giorno. “Ci mancava il ritmo e la freschezza che fanno la differenza. Non siamo in grado di mostrare altro in questo momento”, ha ammesso il Ct dell'Italia Spaletti dopo la prestazione deludente e ha annunciato un colloquio con il presidente della federazione Gabriele Gravina sul suo futuro. “La responsabilità è sempre dell'allenatore, le decisioni le ho prese io”, ha detto Spaletti.

Anche il portiere Gianluigi Donnarumma ha parlato chiaro. “Fa male essere eliminati in questo modo. La fine è meritata e il modo in cui è avvenuta è difficile da elaborare. Oggi è mancato tutto, la qualità, il coraggio”, ha detto il 25enne e ha aggiunto sconsolato: “Possiamo solo scusarci con i nostri tifosi. Questo è inaccettabile, siamo stati cattivi tutta la partita. Questa è la realtà, dobbiamo accettarla”.

READ  Tennis - L'Italia festeggia il vincitore dell'Australian Open Sinner - Sport

Lo stato emotivo dei vincitori era completamente diverso. “Abbiamo fatto ancora una volta una grande prestazione e abbiamo progredito meritatamente”, ha detto il capo della difesa Manuel Akanji. E il centrocampista Fabien Rieder ha esultato: “Abbiamo fatto una prestazione incredibile come squadra. Tutti correvano per tutti. Le meccaniche erano fantastiche, ci siamo armonizzati bene, sia in difesa che in attacco. Adesso vogliamo goderci la vittoria, ma non cadremo nell’euforia”.

18 anni dopo il trionfo della Coppa del Mondo del 2006, gli italiani tornarono a Berlino pieni di aspettative, solo per provare un'enorme delusione. La Squadra Azzurra fece peggio sotto tutti gli aspetti e subì meritatamente la prima sconfitta contro la Svizzera dopo 31 anni. Non si vedeva più nulla del calcio entusiasmante con cui l'Italia aveva vinto l'Europeo 2021 e sconfitto 3-0 la Svizzera nella fase a gironi.

Il cambio di Spalletti è naufragato

Per la prima volta dal 2004, l’Italia non è riuscita a entrare nel girone delle prime otto squadre di un Campionato Europeo e ha vissuto il successivo punto basso dopo aver saltato i Mondiali del 2018 e del 2022. Come nell'1-1 contro la DFB nella fase a gironi, la Svizzera ha impressionato ed è ai quarti di finale del Campionato Europeo per la seconda volta consecutiva. La scelta dell'ex professionista della Bundesliga Murat Yakin si è guadagnata la vittoria con una prestazione concentrata davanti al presidente della FIFA Gianni Infantino e all'allenatore della UEFA Aleksander Ceferin.

Dopo il deludente 1-1 contro la Croazia, Spalletti ha cambiato ancora una volta sistema e apportato numerosi cambi di ruolo. Lo giustificò, tra l'altro, con la speranza di un maggiore potere offensivo. Ma le sue misure non hanno dato alcun risultato, anzi.

READ  Rotolini di lasagne vegetariane: il classico italiano con una differenza

Donnarumma impedisce che succedano cose peggiori

Passaggi sbagliati, incomprensioni e perdite di palla troppo rapide hanno caratterizzato il gioco offensivo degli Azzurri, e una preparazione ordinata del gioco era praticamente impossibile. La Svizzera ha dominato la partita, ma ha approfittato troppo poco dell'impotenza degli italiani. Il capitano Donnarumma ha parato con forza un tiro di Breel Embolo dopo un passaggio di Granit Xhaka del Leverkusen (24esimo). Come nel torneo precedente, il portiere si è dimostrato ancora una volta un supporto affidabile e ha incoraggiato ripetutamente i compagni con numerosi gesti.

Il 25enne era ancora lì quando dieci minuti dopo il tiro deviato di Freuler è stato deviato, ma non è riuscito a evitare il deficit. Donnarumma poi devia sul palo una punizione di Rieder (45'+1). Spalletti, perplesso, ha messo le mani sui fianchi a bordo campo e ha assistito immobile all'azione.

Sconfitta dopo la pausa

Spalletti effettua un cambio nell'intervallo, ma poi per l'Italia non migliora nulla. 27 secondi dopo la ripresa, Vargas è stato duramente attaccato davanti alla porta e ha tirato magnificamente dal limite dell'area nell'angolo in alto a destra della porta. Gli svizzeri hanno dovuto tremare solo brevemente quando Fabian Schär ha colpito il palo dell'autogol (52esimo) e un tiro dal palo di Gianluca Scamacca (74esimo). Gli italiani ora avevano più possesso palla, ma erano lontani dalla porta.

© dpa-infocom, dpa:240629-99-578031/3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto