Europa League, AZ-Napoli 1-1: nell’ultima giornata si decide tutto | notizia

Finisce 1-1 La chiamata di Alkmaar tra IL è Napoli, alla quinta giornata del Gruppo F di Europa League. I napoletani passano in vantaggio dopo il 6 ‘ Mertens, prova a difendere il risultato, ma raggiunto all’inizio del secondo tempo Martins Indy (54 ‘), sugli sviluppi angolari. In pochi minuti vengono salvati Vaioloquella salva il rigore Koopmeiners non lasciando che gli olandesi lo ribaltino. Le qualificazioni per gli 1/8 di finale saranno decise tra 7 giorni a Sao Paulo vs La società reale.

INCONTRO

Dopo un netto 4-0 alla “Roma”, Il Napoli torna con i piedi per terra e vede la possibilità di qualificarsi con un turno anticipato. La serata olandese del popolo di Gatuz inizia però nel migliore dei modi un atteggiamento eccessivamente prudente che ha effetto immediatamente dopo lo sblocco della partita vale i soldi nel lungo periodo. L’AZ cresce a distanza, gioca meglio e, non riuscendo a rientrare, complica i piani dei napoletani. Da allora nulla è stato compromesso Giovedì 10, contro la “Real Sociedad” sarà sufficiente il pareggio perché gli spagnoli non possano uscire e qualificarsi. Silva e compagni però arriveranno al Napoli con un coltello tra i denti e per centrare il bersaglio ci vorrà qualcosa in più di quanto visto allo stadio AFAS.

Sulle mura amiche AZ parte con il piede sull’acceleratore, spaventando un paio di volte Aspin nei primi secondi di gara. Ma l’attacco basta al Napoli per prendere l’iniziativa: Fabian Ruiz le ricompense si sovrappongono Lorenzo, croce posteriore completa in avanti Mertens che sorprende dietro la coppia Martins Indy-Hatsidiakas e porta avanti la sua squadra. La reazione dei padroni di casa non è immediata, ma in 20 ‘Aspina deve superare un tiro sicuro Obuhlal. Alla fine della frazione calano i ritmi, il popolo di Gatuz sprofonda per difendere il vantaggio, lasciando l’iniziativa agli olandesi. Tentano di sfruttare qualche contropiede, chiudono bene gli spazi, ma cercano di trovare sprazzi di Politano e Insigne, e dopo un certo periodo di tempo bisogna accontentarsi di 0-1.

READ  Rosalind Stephanie: "Diane dice che siamo andati in direzioni diverse" - Grande Fratello VIP

Nella ripresa la musica non cambia: AZ gioca la partita, soprattutto usando geometrie precise Minatori di coppe e si inserisce in esterni bassi Pugnale è Sugawara. Un pareggio, invece, arriva da una palla inattiva quando Martins Indy respinge di due passi la conclusione di Kupmayner sull’angolo, beffandosi di Aspina. Dove no, ma la posizione dell’olandese sembra regolare. I padroni di casa iniziano a crederci, il Napoli è nei guai e al 59 ‘arriva il pasticcio di Bakayokache trabocca Abuhlal sull’intera area fa lo spettacolo Bouquet sanzioni. Il capitano olandese, tuttavia, non dipende inequivocabilmente dalla sua reputazione, e ne rimane ipnotizzato vaiolo incredibile. Gattuso ha fatto cinque turni in 8 minuti per dare una scossa alla sua squadra: entrano anche loro Petanya e Losanna, qualcosa di stupido, ma entrambi portano il peso di un paio di opportunità potenzialmente sprecate. Il punteggio 1: 1 è ancora il risultato più giusto.

Schede di segnalazione

Mertens 6.5 – Come attaccante centrale, è meno nel mezzo del gioco, ma le sue zampe sono sufficienti per sbloccare la partita. Alla lunga paga per rapporti eccessivamente cauti e scompare dal gioco.
Segno 5.5 – Pochi lampi, poche invenzioni. Gioca molto lontano dall’area di rigore, anche grazie al baricentro della squadra, spesso troppo basso
Bakayoka 5 – Spesso non riesce a inseguire i suoi avversari, fa un’enorme ingenuità sul rigore, che per sua fortuna Aspin neutralizza.
Vaiolo 7 – Super portiere per Obukhlal nel primo tempo, la risposta del campione a Koopmeiners sul rigore. Dopo la malattia è tornato in porta e ha deciso subito.

Koopmeiners 6 – Per un’ora è il faro della squadra, garantendo ordine, geometria e invenzione. Poi “tradisce” la più bella, non cogliendo il rigore del ribaltamento.
Gudmunsan 5 – Fantasma. Mai pericoloso, troppo facile confrontarsi con Maximovich e Coulibaly.
Pugnale 7 – Indubbiamente il migliore in questo campo. Una spina negli occhi di Di Lorenzo, che fa anche quasi mai piegare in avanti Politano. Con le sue discese e le croci ferisce la retroguardia italiana.

READ  domani è il 5 ° giorno in Italia (e in tutta Europa)

TAVOLO

AZ-Napoli 1-1
AZ (4-3-3): Bizot 6.5; Wijndal 7, Martins Indi 6, Hatzidiakos 5.5, Sugawara 6.5; Koopmeiners 6.5, De Wit 5.5, Midtsjo 6; Punteggi 5,5, Gudmundson 5 (25 ‘Boadu 5,5), Abuhlal 6,5 (37’ Carlson).
Allenatore: Slot 6
Napoli (4-3-3): Vaiolo 7; Sì Lorenzo 6, Maksimovich 6, Coulibaly 6,5, Gulam 6 (21 ‘Mario Rui 6); Fabian Ruiz 6 (13 ‘Elmas 5,5), Bakayoka 5, Zelinsky 5,5 (18’ Petania 5,5); Politan 5.5 (18 ° Lausanne 5.5), Mertens 6.5 (21 ° Demo 6), badge 5.5.
Allenatore: Gattuso 6
Arbitro: Mazzo
Marcatori: 6 ‘Mertens (N), 9’ st Martins Indi
Ammoniti: Martins Indi (A), Wijndal (A), Demme (N)
Deportato:

Agapeto Napolitano

"Fanatico di zombi estremo. Aspirante nerd del cibo. Difensore del web. Studioso di Twitter incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *