È salito a 36 il bilancio delle vittime del crollo di un'autostrada nel sud della Cina

Al: 2 maggio 2024 alle 8:43

È salito a 36 il bilancio delle vittime del crollo di un tratto di autostrada lungo 18 metri nel sud della Cina. Per diversi giorni nella provincia del Guangdong è caduta una forte pioggia.

Nel sud della Cina il bilancio delle vittime del crollo di un'autostrada è salito ad almeno 36 persone. Lo hanno annunciato le autorità. In precedenza, 24 morti erano stati segnalati dopo il crollo di un tratto di strada di 18 metri nella provincia del Guangdong.

Secondo le autorità altre 30 persone sono rimaste ferite, ma le loro vite non erano in pericolo. Sono caduti negli abissi complessivamente 23 veicoli.

Un buco delle dimensioni di un metro con fiamme

Secondo l'amministrazione della città di Meizhu, una parte della strada è crollata mercoledì mattina intorno alle 2:00 (ora locale). Negli ultimi giorni sulla zona sono cadute forti piogge. Testimoni oculari hanno riferito ai media locali di aver sentito un forte rumore e di aver scoperto un buco grande un metro nel punto in cui erano appena passati.

L'emittente statale parla geologico Disastro naturale

Fumo e fuoco sono stati visti in video e foto e le barriere protettive erano prominenti tra le fiamme. Le auto carbonizzate si fermavano all'incrocio con l'autostrada. Il terreno sotto il luogo dell'incidente sembra essere cavo.

Il canale televisivo statale CCTV ha riferito che il crollo è stato un disastro geologico naturale. La forte pioggia continua ha influenzato l'incidente. La causa dell'incidente non è stata chiarita oltre ogni ragionevole dubbio.

Negli ultimi anni la Cina è stata sempre più esposta a gravi inondazioni, siccità devastanti e temperature record. Il cambiamento climatico sta facendo sì che gli eventi meteorologici estremi diventino più frequenti e più intensi.

READ  I democratici iniziano l'azione: la decisione di rimuovere Trump è stata presentata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto