È possibile partire per Natale 2020? Regole di viaggio in Italia e all’estero

Sarà possibile partire per Natale anche se viaggi e viaggi saranno soggetti a misure restrittive durante le festività natalizie? La risposta è sì, ma nota questo sono fornite le regoleperché la linea decisa dal governo è molto dura.

Dal 4 dicembre, dalla data di entrata in vigore del nuovo Dpcm, sarà infatti possibile circolare liberamente e senza autocertificazione solo tra le regioni gialle, quindi dal 21 dicembre ci sono anche gravi limitazioni per loro. Per quanto riguarda i viaggi internazionali, l’elenco dei paesi per i quali è richiesto uno striscio all’ingresso in Italia si sta allargando (e anche molti). Chi tornerà dall’estero dopo il 20 dicembre dovrà essere messo in quarantena per 10 giorni.

Ecco le informazioni utili e le ultime novità per chi ha bisogno di trasferirsi in un’altra regione, in un altro paese o per Natale rientro in Italia dall’estero trascorrere le vacanze con i propri cari.

Potremo partire per Natale?

Decreto legge 2 dicembre 2020 158, “Disposizioni urgenti per la lotta ai rischi per la salute correlati alla diffusione del virus COVID-19”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 3 dicembre, proibisce tutti i viaggi in altre regioni dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021. Puoi raggiungere la regione in cui vivi, casa o residenzacome richiesto da precedenti decreti.

E chi ha bisogno di partire andare all’estero? Le regole dei viaggi internazionali sono molto chiare: per gli italiani che saranno all’estero tra il 21 dicembre e il 6 gennaio, dovranno mettere in quarantena al ritorno. Lo stesso vale per gli stranieri che entrano in Italia nello stesso periodo.

Regole di viaggio in Italia e all’estero

Fino al 20 dicembre sei libero di trasferirti in altre regioni e di raggiungere le seconde case solo in aree gialle. Nelle aree arancioni e rosse, i viaggi fuori dal comune, dalla provincia o dalla regione dovrebbero essere motivati ​​dal lavoro, dallo studio, dalla salute e dalle cose essenziali. Il ritorno a casa, casa o residenza è sempre consentito

READ  5 milioni di utenti in Italia rischiano di essere multati

Giorno Natale, Santo Stefano e 1 gennaio sarà limitata anche la circolazione nei comuni, fatta eccezione per quelli motivati ​​da comprovate esigenze lavorative, motivi di salute e situazioni di bisogno (oltre al ritorno a casa, casa o residenza). Non posso entrare seconda scatola quando fuori città.

Il nuovo Dpcm lo gestirà trasferimenti da e verso l’estero dal 4 dicembre 2020 il decreto elencherà tutti i paesi per i quali sono previste varie restrizioni (divieto d’ingresso, buffer obbligatorio o quarantena al rientro).

Secondo quanto riferito da Corrierea partire dal 4 dicembre e per tutto il nuovo Dpcm, quelli che tornano in Italia da tutti I paesi non europei dovranno essere messi in quarantena. Sono esclusi solo i voli senza Covid in arrivo a Fiumicino da tre aeroporti statunitensi.

Dal 10 dicembre chi rientra in Italia da uno dei 27 paesi dell’UE dovrebbe farlo buffer prima della partenza e presentarlo all’arrivo. Se negativo, non dovrebbe essere messo in quarantena.

Dal 21 dicembre al 6 gennaio, anziché quarantena al ritorno in Italia sarà obbligatorio per chi torna dall’estero. Puoi andare a sciare ad esempio, in Svizzera o in Austria, ma al ritorno dovrai fare una quarantena di 10 giorni. Per evitare ciò, devi tornare in Italia entro il 20 dicembre.

Regole e novità per chi viaggia in treno

Chiunque abbia intenzione di tornare a casa o da parenti in un’altra regione per Natale sta già guardando treni e aerei.

Ricordalo al momento potenza 50%, sebbene non ci siano tali restrizioni per i tiratori e treni a lunga percorrenza.

A dicembre verrà confermato anche il divieto di viaggio in tutta Italia dalle 22:00 alle 5:00 al mattino, salvo che per lavoro, salute, necessità o altri motivi indicati dal nuovo Dpcm, e attrezzati autocertificazione. A Capodanno il coprifuoco sarà prolungato fino alle 7 del mattino.

READ  Trump ha perdonato Paul Manafort, Roger Stone e Charles Kushner

Chi arriva in Italia da un altro Paese deve compilareautodichiarazione specifica del viaggio dall’estero e consegnarlo al vettore o all’aeroporto all’arrivo.

Le regole del viaggio in treno prevedono uso obbligatorio di una maschera durante tutto il viaggio (senza maschera non si può salire sul treno) e il rispetto della distanza fisica. L’igiene delle mani rimane una priorità.

Dal 21 dicembre, i viaggi in treno, anche tra le regioni gialle, richiederanno la certificazione stessa, che finora è stata utilizzata solo per i viaggi tra regioni rosse e arancione. Ilautocertificazione comunica i dati del cittadino e il motivo del viaggio, e deve essere mostrato alle autorità che ne fanno richiesta durante il controllo.

Liberatore Esposito

"Appassionato di birra. Evangelista di zombi. Appassionato di cultura pop impenitente. Scrittore incurabile. Introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *