Deutsche Bank paga quasi 125 milioni di dollari per risolvere la corruzione e le cariche minerarie negli Stati Uniti

NEW YORK – Deutsche Bank AG pagherà quasi 125 milioni di dollari per evitare cause legali statunitensi relative a corruzione e manipolazione dei mercati dei metalli preziosi all’estero. Questo è l’ultimo colpo per una banca che cerca di riprendersi da una serie di scandali.

Il più grande prestatore della Germania ha accettato il pagamento stipulando un accordo di contenzioso differito di tre anni con il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti e un accordo di diritto civile con la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti.

Si dice che quasi tutti i pagamenti si riferiscano ad accuse secondo cui Deutsche Bank ha violato il Federal Foreign Corrupt Practices Act (FCPA) nelle sue transazioni in Arabia Saudita, Abu Dhabi, Cina e Italia. Atti giudiziari. Quasi due terzi dell’importo pagato va bene.

Le regole sono state rilasciate venerdì durante un’udienza presso la corte federale di Brooklyn, New York.

Gli Stati Uniti hanno affermato: “Deutsche Bank ha messo in atto un sistema criminale per nascondere i pagamenti ai cosiddetti consulenti in tutto il mondo che hanno agito da tramite per corrompere funzionari stranieri e altri” al fine di vincere e mantenere “iniziative commerciali redditizie” e preservare l’avvocato ad interim Seth Ducharme a Brooklyn in un rapporto.

Un portavoce della banca ha dichiarato: “Siamo responsabili di queste misure precedenti” che si sono verificate dal 2008 al 2017 dopo approfondite indagini interne e piena collaborazione con le autorità.

Cinque anni di perdite

Deutsche Bank sta cercando di riguadagnare la redditività dopo cinque anni di perdite, tra cui l’abbandono di alcune società e la riduzione della forza lavoro di 18.000 unità.

READ  Attenzione alla rapida scomparsa di denaro e carte di credito

Ha anche cercato di ripristinare la sua immagine a Washington, tra diverse indagini sulla sua relazione con il suo vecchio cliente, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

I pubblici ministeri hanno accusato Deutsche Bank di violare il Foreign Corrupt Practices Actbook and Records Regulations che impediscono alle società che operano negli Stati Uniti di pagare tangenti altrove.

Hanno detto che le violazioni includevano la copertura delle tangenti pagate al decisore del cliente in Arabia Saudita come costi per il trasferimento e la raccolta di milioni di pagamenti da mediatore a un funzionario di Abu. Abu Dhabi come onorario di consulenza.

La SEC ha anche accusato la Deutsche Bank di aver effettuato pagamenti impropri a un consulente per aiutare a creare un fondo comune per l’energia pulita per un’agenzia governativa cinese e un giudice fiscale italiano che ha mediato clienti facoltosi.

Nel caso dei metalli, i querelanti hanno accusato i concessionari di Deutsche Bank di aver intrapreso transazioni fraudolente, note come plagio, inducendo altri trader ad acquistare e vendere contratti futures a prezzi che non avevano. Non avrà nient’altro.

Nel 2019, Deutsche Bank ha accettato di pagare alla SEC $ 16,2 milioni per risolvere le violazioni del Foreign Corrupt Practices Act nominando parenti non qualificati di funzionari governativi in ​​Cina e Russia per condurre o mantenere affari.

Rocco Miniati

"Professionista del caffè. Appassionato di social media. Fanatico del web professionista. Appassionato di zombi".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *