Covid: Macron traccia una linea dura contro il virus – World

Anche la Germania, dopo Francia e Spagna, sta rivendicando copertura e stringendo la cintura di fronte ai progressi nel caso del coronavirus. Data la curva di crescita “a volte molto ripida” in alcune zone della Germania, “saranno imposte restrizioni ai contatti nelle aree in cui i nuovi contagi superano i 50 nuovi contagi ogni 1.000 abitanti, sia nelle reti pubbliche che private”: ha annunciato il Cancelliere Angela Merkel. “Sappiamo che i dati riflettono gli eventi dei dieci giorni precedenti, quindi se introdurremo misure, dovremo aspettare dieci giorni per scoprire se la dinamica dell’epidemia si è fermata o è diminuita, e solo allora vedremo se saranno necessarie altre misure”, ha aggiunto. .

FRANCIA “La situazione è allarmante, ma non abbiamo perso il controllo, niente panico”. Di fronte all’avanzamento della seconda ondata di coronavirus in Francia, Emanuel Macron è in diretta annuncia un coprifuoco notturno dalle 21:00 alle 6:00 a Parigi e in altre città dove il livello di contagio aumenta ogni giorno per almeno 4 settimane, che quasi certamente saranno 6. Il presidente è serio e preoccupato, ma anche determinato a non travolgere i francesi con l’allarme, sottolineando che “il blocco sarebbe sproporzionato”. .

Lille, Grenoble, Lione, Aix-en-Provence, Marsiglia, Montpellier, Rouen, Tolosa e Saint-Etienne, città in stato di “salute”, seguiranno le sorti di Parigi, ha annunciato Macron, che ha cautamente sottolineato la necessità di ” buon senso “, che dovrebbe governare i cittadini in questa fase, che” durerà almeno fino all’estate 2021 “.

“Da 20.000 infezioni dobbiamo scendere a 3-5.000 al giorno”, ha detto, non nascondendo il peso e la gravità dell’aumento dei pazienti Covid in terapia intensiva. E ostentando la sua fiducia, ha concluso il suo intervento – dopo aver salutato i due giornalisti che lo hanno intervistato – prendendo nuovamente la parola per rassicurare: “Lo faremo”. Ma Macron è appena rientrato dal giorno più difficile in cui il governo era diviso tra esigenze sanitarie “pulite e dure” – guidate dal ministro della Salute Olivier Veran – e almeno 4 ministri che ostinatamente si opponevano al coprifuoco in difesa dell’economia della città , commercianti e parità tra chi può ancora cavarsela andando nelle seconde case in campagna per 6 settimane, grazie al networking, e chi sarà costretto a restare in città senza uscire la notte per un mese e mezzo. “Non ci saranno restrizioni ai trasporti”, ha detto il presidente, “ci saranno persone che continueranno a lavorare di notte, sia la sera che la mattina presto”.

READ  Inverno 2020/2021: Nina causerà enormi effetti meteorologici

E poi: “Non abbiamo deciso di tagliare i viaggi tra le regioni”, semaforo verde per coloro che hanno già organizzato un viaggio di venerdì per 15 giorni di vacanze scolastiche di Halloween. “Chiedere alle persone di rimanere chiuse nell’appartamento e di non andare nella zona di riposo”, ha sottolineato, “sarebbe sproporzionato”.

More from Liberatore Esposito

Il prezzo dell’oro e le elezioni americane: quale impatto?

Anche il prezzo dell’oro combatte con Elezioni statunitensi 2020. Tra un mese,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *