Citroën Ami, alcuni difetti devono essere risolti, ma questa è già una star – Elettrica

Salutato e riconosciuto come un vero alleato della mobilità urbana, Citroën Ami deve vedersela qualche difetto della giovinezza. In effetti, non c’è da stupirsi: questo accade con la maggior parte delle nuove auto elettriche, la cui gravidanza non passa mai senza problemi e spesso lascia incognite, che si risolvono solo quando la produzione è già in corso. Ecco cosa è successo una piccola microcar alimentata a batteria, rappresentato da Citroën su larga scala ed è ora al centro di molte polemiche. Soprattutto a casa, dove dopo Macchina pulita, un sito web specializzato in auto ecologiche, ha pubblicato un lungo articolo che analizza i difetti dell’AMI.

Citroën Ami in Italia a metà novembre: ecco i prezzi

Una pagina Facebook è apparsa anche in Francia “Citroën Ami: problemi di consegna e altro”, creato da due utenti, Miriam e Sabina. Quest’ultimo, in particolare, ha ordinato “Ami” e lo avrebbe richiamato il 5 ottobre. Ma non ci sono ancora notizie in macchina e il concessionario non sa come aiutare. Secondo gli ultimi aggiornamenti dovuti alle Alpi, saranno dovuti ritardi nelle consegne problemi di produzione in una fabbrica in Marocco a Kenitradove è stata costruita Ami. La pandemia di coronavirus ha mandato la fabbrica ei fornitori alla barriera, ritardando di dieci settimane i tempi di consegna. Fornito nel frattempo i problemi affrontati da una società di logistica impegnata nella spedizione di macchine nel porto di Le Havre. In caso contrario, anche i ritardi potrebbero aumentare.

Tornando all’articolo Macchina pulita, si scopre che i pochi fortunati che l’hanno già ricevuto non sono del tutto contenti. Una macchina su una gru quella puoi guidare da 14 anni, infatti, sarebbe accusato di diverse problematiche giovanili che i clienti avrebbero già segnalato alla casa madre. L’articolo parla di “serrature difettose, porte che non si chiudono più per accumulo di sporco ” e anche con “Infiltrazione in caso di pioggia.” Viene menzionato anche il sito francese malfunzionamenti dei freni a mano e posteriori. Infine, anche alcuni clienti si lamentano malfunzionamento del caricatore di bordo. Al momento Citroën può solo monitorare la situazione, fiduciosa che i clienti perdoneranno piccoli inconvenienti al neonato e daranno tempo alla casa madre e alla concessionaria per migliorare l’Ami. Ma ci vorrà ancora un po ‘di pazienza: il settore automobilistico ha affrontato una crisi molto grave, anche peggiore con che cosa con 2008. Dobbiamo tenerne conto e salutare con un sorriso l’arrivo di macchine simili Citroën Ami. Che, a suo modo, ha già lasciato il segno. E farà di tutto per ispirare possibili modifiche, aiutando gli automobilisti a vedere la mobilità urbana con occhi nuovi.

READ  Autostrada, offerta CDP "non adatta". Atlanta desidera ricevere un'offerta con un prezzo entro 7 giorni

Written By
More from Rocco Miniati

“Ordinato da Mc Donald’s: invito di Burger King a salvare il settore dei fast food

ROMA – “Non avremmo mai pensato di chiedertelo. Ordina da Mc Donald’s”:...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *