Che Tempo Che Fa, Fabio Fazio fuori legge della Rai? I dettagli sono riservati viale Mazzini – Libero Quotidiano

Alessandra Menzani

C’è una regola RAI molto chiara che è entrata in vigore a metà settembre, ma non viene applicata. L’esempio più eclatante è registrato nello spettacolo Che tempo che fa di Fabio Fazio, che quest’anno (dopo Rayuno e Raidue) va in onda su Terza Rete, dove ha debuttato diciotto anni fa. E va bene, ma non è questo il punto. Il caso è in una composizione fissa. La nuova squadra di quattro dei nove artisti è rappresentata dal manager Beppe Cachet. Questo è Facio, l’immancabile Luciano Litzissetto, di Robert Savian che quest’anno è presente in ogni puntata e parla del comico Enrico Brignan. E questa è un’anomalia perché abbiamo superato la soglia del 30% di artisti che un agente può avere in un programma. La nuova policy, di cui si discute da anni, è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione ed è in vigore da settembre: mira a regolamentare e risolvere i conflitti di interesse in una campagna pubblica tra presentatori, agenti televisivi e produttori.

PRODUZIONE
Ma in questo caso la presenza dello stesso agente supera il 30% rispetto ai caratteri in primo piano. Così, Che tempo che fa è ancora prodotto da Fabio Fazio in virtù di un accordo pluriennale. Ora non è più possibile, secondo la norma voluta dal dott. Fabrizio Salini, che la personalità della Rai conduca e produca lo stesso programma. Questo documento, infatti, è un tentativo di limitare la produzione di quelle trasmissioni che rischierebbero di essere subappaltate dagli stessi conduttori. In particolare, quelli a cui Paradise affida “società di produzione controllate e / o affiliate con agenti di intrattenimento in rappresentanza di artisti che a qualsiasi titolo partecipano essi stessi ai programmi”. Invece di un’officina risulta sempre essere un’azienda che attua il programma e che, come scrive Il Sole24Ore, “ha risparmiato quasi tre volte da 3,83 a 11,05 milioni di euro nel 2018”. Fazio, che questa sera ospiterà grandi rappresentanti internazionali come l’attrice Whoopi Goldberg e lo scrittore Dan Brown e poi il ministro Speranz e Carl Bruni, non è l’unico. In molti, anche nel blog specializzato Davide Maggio, hanno notato che anche in Raiplay c’è un’anomalia. Questo è lo spettacolo del comico Edoardo Ferrari “Paese Reale”.

READ  Lotto e SuperEnalotto si giocano oggi, 6 ottobre 2020: numeri vincenti

CASO FERRARIO
Il programma, parodia di un talk show di attualità, ha debuttato il 24 settembre. E ‘una coproduzione tra Rai e Tamago, la società che per prima ha prodotto l’intrattenimento televisivo, e si occupa anche della gestione di alcuni comici, tra i quali spicca. Edward Ferrari. E torniamo alla domanda precedente: è ormai risaputo che la nuova regola vieta a un artista di eseguire un programma prodotto dal proprio agente. Quindi le regole sono fatte in modo che non vengano rispettate? In almeno due casi, sembra funzionare in questo modo.

Written By
More from Guerino Manna

Il fratello maggiore dei Vip, Francesco Pepe eliminato: dubbi al televoto

Francesco Pepe è stato ufficialmente eliminato da Grande Fratello Vip 5. La...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *