Caso Santella, maggioranza contro la Rai tranne Mori: “La censura è un gravissimo precedente per la vita democratica”

“Censura” Nicolas Mora dal programma Intestazione V con Paradiso 3 diventa un affare politico che coinvolge i la cima aziende fiale Mazzini. Mentre il senatore, presidente della commissione antimafia, è tornato a chiedere scusa a chi si è sentito offeso da frasi sulla malattia Joel Santelli, giustificando il concetto, lo è Andrea Orlando intervenire chiaramente nella cancellazione dell’ospite nella terza rete di servizio pubblico: “Dipende Amministratore delegato Paradiso o sì a responsabile del network stabilire cosa può dire un politico. Credo che quello che è successo nel mare sia diverso dal suo opinioni molto discutibili, componi un un precedente molto serio per vita democratica “, ha scritto il vice segretario su Twitter Pd. Una linea simile a quella sostenuta anche dal sindacato Giornalisti celesti e così via Italia Viva ed M5, che sostanzialmente prendeva le distanze dalle condanne di Mori all’ex presidente degli Stati Uniti Regione Calabriamorto in ottobre. Mentre centro destrarispetto a ieri s Antonio Tajani è Georgia Mule, entrambi i giornalisti, hanno protestato contro l’ospite – insistere premendo, chiedendo dimissioni senatore della presidenza Commissione antimafia, nelle sessioni di cui i membri Lega è Fratelli d’Italia ha annunciato di non voler più partecipare.

Mora, da parte sua, è tornato a difendersi: “Dimissioni da presidente della commissione antimafia? Molte persone lo vorrebbero, ma credo che quello che è successo ieri sia anche un episodio in uno strategiaperché se ti da fastidio a cosa Nostra,, mafia e ‘ndrangetacome ci è stato insegnato, allora dobbiamo sporcarci, fangoso e delegittimare “, a Omnibus lui La7. “Questo è un paese di ipocrisia e dei tombe imbiancate dove forse qualcuno del servizio pubblico crede che il presidente della commissione antimafia non sia crudele considerato, i giornalisti dovrebbero semplicemente essere esclusi dalla partecipazione alla trasmissione – ha aggiunto Mora – Il Servizio pubblico può tranquillamente intervistare suo figlio Toto Riina,, Salvatore Buzi (È stato effettivamente intervistato La7 non dal paradiso, ed), tuttavia, il presidente della commissione antimafia non può essere gestito dai giornalisti “.

READ  la gelida testimonianza del re del gossip, Libero Quattidian

Paradiso – sì “Mi dispiace” per le “modalità” con cui è stata comunicata la decisione – ha risposto con una nota al dibattito provocato dall’esclusione di Mori dalla lista degli invitati della sezione V. ore si è svolto un dibattito particolarmente acceso su un un argomento molto delicato a cui ho partecipato malati di cancro », scrive viale Mazzini. “A parte le considerazioni individuali, Paradise è come un servizio pubblico nonostante ne sia consapevole complessità prendere una decisione “, prosegue la nota Rai,” sarebbe comunque contraddittorio, ha preferito prendere la linea estrema cautela e per difendere ed evitare di archiviare le tante controversie che si sono sviluppate su un tema così complesso “.

Nello stesso tempo rilevando il “più profondo disgusto” per le parole rivolte anche a Santella Raphael Lorus è Beppe Juliet, rispettivamente segretario e presidente Fnsi, e Vittorio di Trapani, Segretario di Usigrai, spiegano di considerare l’abolizione di “a errore, in modi, a volte e in sostanza. ” si intende domande che vengono consegnati o non consegnati. Se Paradise non segnala i criteri di esclusione, chiaramente non è stato utilizzato finora. “Quindi concludono:” Suggeriamo di non invitare nessuno che si sia comportato o abbia pronunciato parole che contraddicono Condizioni di servizio, e poi in Costituzione “.

Per la Vice Italia Viva e il Segretario della Commissione di Sorveglianza Rai, Michele Anzaldi, il precedente stabilito dai vertici della Rai è “gravissimo” ed è “il punteggio più basso raggiunto negli ultimi anni” perché viale mazzini “dovrebbe giornalismo e informazione, non politica ”, ha scritto su Facebook un rappresentante Renzi. “Invece di informare, pubblicizzare”, continua Anzaldi-Mora, la funzione pubblica ha rinunciato al suo ruolo e preferì censurare questa decisione, che fu presa solo dopo richieste esplicite con centro destra annullare l’intervista. Una decisione politica, non giornalistica ”. “È questa l’autonomia giornalistica dei conduttori e delle reti della pubblica amministrazione? Chi è venuto dall’ordine di censurare Moru, Salini, Foa o entrambi? Chiede Anzaldi. – In ogni caso, la responsabilità è diAmministratore delegato. La commissione di supervisione deve affrontare con urgenza questo problema “.

READ  viaggi solo tra regioni a basso rischio. Bambini e coppie, la questione dei permessi - Corriere.it

Dopo lo spegnimento anche M5 torna al fianco del senatore: “Il paradiso, come emittente pubblica, deve rimanere imparziale e consentire a tutti di esprimere le proprie posizioni. Negli ultimi anni sono passati attraverso gli schermi della televisione pubblica assassini, mafia, parlamentari impresentabili e condannati politici. Tutto questo segue il principio secondo cui agli italiani dovrebbero essere offerte quante più informazioni possibili “, ha detto il leader del gruppo al Senato. Tare Lychery. “Quindi mi sembra strano che la donna di Kievoscurantismo in televisione ricadde proprio sulla figura del presidente dell’Antimafia “. Lychee dice di temere che la censura sia provocata nel resto delle riflessioni del presidente Mori, negli elenchi di persone non rappresentate redatte dalla Commissione antimafia, che vengono ignorate e vecchie feste che continuano, nonostante le segnalazioni, a nominare persone poi arrestate, come Tallinn ”.

A difesa di Mori c’è anche Paola Taverna, Barbara Consente e Mark Pellegrini, anche membro della commissione antimafia. Il vicepresidente del Senato dice di “non condividere” le parole di Mori, “ma ancor meno condivido la decisione della Rai censurare la sua partecipazione a un programma televisivo. “Chi si allontana da te, prende le distanze dal duro lavoro e non sta per M5S. Non sei solo e non sei isolato. L’impudenza con cui hai posto il veto alla tua partecipazione Intestazione V c’è aberrante e chi lo ha chiesto deve avere il coraggio di mettersi in mostra “, ha scritto su Facebook il senatore ed ex ministro. Tallinn in servizio, coloro che fanno domanda mascalzoni il voto per la mafia non ha ancora chiesto scusa, non ha ancora chiesto scusa al popolo italiano per l’introduzione alle regioni e parlamento persone basse e pericolose “.

READ  Italiano: "Galabinov è un pilota, ci piace, ma vediamo cosa si aspetta in questi giorni ..."

D’altronde tutto il centrodestra continua a chiedere l’esclusione del senatore calabrese dalla commissione antimafia. Per Matteo Salvini, “colui che se la prende malati di cancro, con una donna che ha valore, purtroppo, scomparsa, con Calabrese e con milioni di italiani non dà fastidio alla mafia, è semplice “idiota”. Nel frattempo, i componenti della Commissione Antimafia della Lega Nordica hanno annunciato che non parteciperanno a nessun ulteriore lavoro né ai comitati: a tutti i malati di cancro, danneggiando anche l’intelletto dignità, dei calabresi. “Il mare, continuano”, infastidisce la triste vicenda condividendola completamente inaccettabile, Gli italiani si dividono in due categorie: chi la pensa come lui e quindi sarà inevitabilmente contro la mafia, e chi, avendo una visione diversa, sarà per la mafia ”. Concludono che il“ contesto ”si deteriora se si considera il ruolo del senatore Mori come se si vantasse e avesse paura informazioni confidenzialiea sua disposizione in grado di costringerlo a fare tali dichiarazioni offensivo e inaccettabile. “

Stessa decisione dei membri dei fratelli d’Italia “per protestare contro le dimissioni del presidente Mori “. Anche per il Deputato Forza Italia e Vicepresidente della Camera, Mara Carfagna, “Ad un certo punto dovresti avere buon sapore tacciono e andare a casa. Sbagliarsi è un uomo, sopportare è diabolico. “” Lo vedo Il mare è ancora il presidente della commissione antimafia – invece attacca il senatore della forza Maurizio Gaspari – Non può più svolgere questa funzione. Non è in esso dignitàdepresso dal suo espressioni illusorie. Tuttavia, non i primi che confondono. Tutti lo hanno rinnegato. “

More from Agapeto Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *