Bayern e Barcellona competono per la stella italiana Samuel Inacio

Samuel Inacio ha solo 16 anni e le sue qualità offensive hanno suscitato l'interesse di diversi top club, incluso il Bayern Monaco. Il giovane è attualmente ancora sotto contratto con l'Atalanta Bergamo U17. A quanto pare, Monaco sembra certamente voler vincere la corsa per Inacio.

Il talento offensivo 16enne Samuel Inacio ha attirato l'attenzione la scorsa stagione. Secondo le informazioni dell'insider italiano Gianluca Di Marzio, il Bayern Monaco è interessato al giovane da tempo e potrebbe essere in una corsa serrata con il Dortmund.

Sembra quindi che l'attuale offerta per Inacio sia stata raddoppiata per attirare il giovane attaccante verso Izar. Secondo Di Marzio a Monaco dovranno essere più convincenti anche per i seguenti motivi: il Dortmund è riuscito a offrire al 16enne un progetto interessante in cui al centro c'è la crescita dei giocatori.

Ma il giovane non è solo nel radar dei club della Bundesliga, anche alcuni club della Lega italiana avrebbero mostrato interesse per il gioiello dell'attacco. Di conseguenza, i club italiani non riescono a tenere il passo finanziariamente e anche il 16enne preferirebbe un trasferimento fuori dalla Serie A.

Una combinazione tra De Bruyne e Neymar?

L'attaccante ha segnato sei gol in 14 partite nella scorsa stagione e ha maturato molta esperienza e gol anche con l'Italia Under 15 e Under 16. Curiosità: anche suo padre Pia è stato sotto contratto con Atalanta Bergamo e SSC Napoli dal 2001 al 2010.

Lo stesso Iñacio ha riferito che gli piacerebbe diventare una combinazione tra Kevin De Bruyne e Neymar. L'italiano descrive le due attaccanti come i suoi modelli e, secondo Di Marzio, sta studiando anche dei loro video.

READ  Partire per una vacanza in bici: in Italia rischio multe

Il giovane è sotto contratto con il Bergamo dalla scorsa estate e non si conoscono i dettagli sui termini. Ma una cosa è chiara: se il Bayern Monaco riuscisse a vincere la gara contro il Dortmund, probabilmente sarebbe dovuta una commissione di trasferimento multimilionaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto