Barra Ucraina: più di 20 paesi della NATO raggiungono l'obiettivo del 2%.

23:50: Putin – Mosca e Pyongyang si muovono verso una più stretta cooperazione

Secondo il presidente russo Vladimir Putin, la Russia e la Corea del Nord si stanno muovendo verso una più stretta cooperazione. La TASS ha citato Putin che ha affermato che ciò rafforzerebbe la sovranità dei paesi e li unirebbe nella resistenza alla pressione occidentale. Putin si reca in Corea del Nord. Questa sarà la sua prima visita in Corea del Nord in 24 anni. Poi si recherà in Vietnam per un soggiorno di due giorni. Gli osservatori si aspettano che nei colloqui venga inclusa la cooperazione nel settore degli armamenti. Secondo l'agenzia di stampa centrale coreana, Putin ha annunciato di voler portare le relazioni con la Corea del Nord ad un livello più alto. Ha anche promesso un sostegno incrollabile.

21:19: Gli Stati Uniti sono “preoccupati” per gli stretti legami tra Mosca e Pyongyang

Gli Stati Uniti sono “preoccupati” per l'emergente approfondimento delle relazioni tra Corea del Nord e Russia. Prima della visita del presidente del Cremlino Vladimir Putin a Pyongyang, la Casa Bianca a Washington ha dichiarato lunedì: “Non siamo preoccupati per questo viaggio. Ciò che ci preoccupa è l'approfondimento delle relazioni tra i due paesi”. Secondo il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale John Kirby, da un lato gli Stati Uniti sono preoccupati per l’impatto del crescente riavvicinamento tra i due paesi “sul popolo ucraino”. L’esercito russo utilizza i missili balistici lanciati dalla Corea del Nord per lanciare attacchi. D'altra parte, Kirby ha espresso preoccupazione per la possibilità di “alcune interazioni che potrebbero compromettere la sicurezza nella penisola coreana”.

19:32: Zelenskyj – Fare il primo passo verso la pace

Dopo la conferenza internazionale di pace tenutasi lo scorso fine settimana in Ucraina, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha raggiunto oggi un risultato positivo. “Abbiamo fatto il primo passo concreto verso la pace – in un'unità senza precedenti tra i paesi del mondo”, ha detto nel suo discorso video serale. Ma il modo c’è e sono necessari “nuovi passi”. L'Ucraina ha anche un piano aziendale preliminare per i mesi estivi. “Non rallenteremo, manterremo i contatti con i nostri partner attivi come sempre”, ha detto Zelenskyj. L’Ucraina non ha mai voluto questa guerra. Ma ovviamente vuole soprattutto una pace giusta. Ci rendiamo conto che questo è necessario”. Ciò che è possibile è “stiamo avvicinando la pace”.

READ  John Gilbert Getty, l'ultimo erede dei "dannati" petrolieri, è morto in Texas - Corriere.it

18:47: Stoltenberg chiede a Washington di fornire più armi a Kiev e critica la Cina

Durante una visita a Washington, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha chiesto la consegna di più armi all'Ucraina e allo stesso tempo ha criticato l'atteggiamento della Cina di fronte alla guerra d'aggressione della Russia. Stoltenberg ha detto oggi prima del suo incontro con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden: “Può sembrare contraddittorio, ma la strada verso la pace sta nel fornire più armi all’Ucraina”. Il governo di Kiev deve essere sostenuto “in modo credibile e permanente”.

Per quanto riguarda il ruolo della Cina, il segretario generale della NATO ha affermato che la Repubblica popolare finge di essere neutrale. In tal modo, Pechino voleva “evitare le sanzioni e mantenere vivo il commercio”, ha previsto Stoltenberg. “Ma la realtà è che la Cina sta alimentando il più grande conflitto armato in Europa dalla seconda guerra mondiale e allo stesso tempo vuole mantenere buone relazioni con l’Occidente”. Stoltenberg ha avvertito che l’Occidente non dovrebbe accettarlo.

18:02: Putin licenzia quattro viceministri della Difesa

Il presidente russo Vladimir Putin ha promosso uno dei suoi parenti a una posizione di rilievo nel ministero della Difesa. Oggi Putin ha emesso un decreto che rinomina quattro viceministri della Difesa. Tra i recenti titolari di cariche figurano Anna Tsivelova, la figlia di suo cugino, e Pavel Fradkov, figlio del suo ex capo dell'intelligence e primo ministro.

Il mese scorso, il presidente russo ha sostituito il ministro della Difesa Sergei Shoigu con l’economista Andrei Belousov. Sono stati occupati quattro posti di vice. Gli analisti affermano che il Cremlino vuole rafforzare il controllo sulle massicce spese militari.

READ  Tempesta: quattro persone sepolte dopo le inondazioni in Svizzera

17:52: Più di 20 paesi della NATO raggiungeranno l'obiettivo del 2% nel 2024.

Secondo il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, quest’anno più di 20 paesi della NATO spenderanno almeno il 2% del loro prodotto interno lordo nella difesa.

L’anno scorso, i paesi della NATO hanno deciso di spendere almeno il 2% del loro prodotto interno lordo per la difesa. L'aumento della spesa riflette le preoccupazioni degli alleati occidentali sulla guerra della Russia in Ucraina. Inoltre, alcuni paesi della NATO temono la possibile rielezione dell’ex presidente Donald Trump negli Stati Uniti. Molti alleati della NATO sono stati accusati di fare affidamento sulle spese militari statunitensi. Durante la campagna elettorale ha detto che non avrebbe difeso i paesi della NATO che non avessero raggiunto i loro obiettivi di difesa.

17:18: Gli ucraini continuano a vedere Zelenskyj come un presidente legittimo

La grande maggioranza degli ucraini considera ancora il capo di Stato Volodymyr Zelenskyj come il presidente legittimo, nonostante il suo prolungato mandato in tempo di guerra. Secondo un sondaggio pubblicato oggi dall'Istituto sociologico internazionale di Kiev, il 70% degli ucraini intervistati nel 2011 ritiene che Zelenskyj dovrebbe rimanere in carica fino alla fine della guerra. Solo il 22% si è espresso contro. In tal modo, gli ucraini hanno contraddetto l'opinione di Mosca secondo cui il mandato di Zelenskyj era scaduto da tempo e che non era più il legittimo presidente dell'Ucraina. A causa della guerra aggressiva della Russia e dell'occupazione di quasi un quinto del territorio del paese, le elezioni sono diventate impossibili; La legge marziale vieta lo svolgimento di nuove elezioni. Ufficialmente il mandato di Zelenskyj sarebbe terminato il 20 maggio.

READ  Corte penale internazionale: Biden critica la richiesta di emettere un mandato di arresto contro Netanyahu e Gallant

17:10: gli aerei della NATO vengono ingaggiati da aerei russi sul Mar Baltico

Secondo fonti lituane, gli aerei da combattimento della NATO hanno effettuato diverse missioni per identificare aerei militari russi non contrassegnati nello spazio aereo internazionale sopra il Mar Baltico. La scorsa settimana sono stati effettuati un totale di 11 lanci d'allarme, ha annunciato oggi il Ministero della Difesa di Vilnius. Sono stati intercettati e scortati un totale di venti aerei da combattimento, cacciabombardieri, aerei da ricognizione e da trasporto russi, nonché un aereo passeggeri. Secondo le informazioni, la maggior parte di loro viaggiava senza un piano di volo pre-presentato, un segnale transponder o un contatto radio.

Il Ministero ha collegato il numero relativamente elevato di missioni a numerose esercitazioni militari condotte dai paesi baltici a livello nazionale e in collaborazione con i loro alleati della NATO.

14:55: Ucraina – La Russia intensifica gli attacchi in vista della consegna degli aerei da combattimento F-16

Secondo la valutazione dell'Ucraina, la Russia sta attualmente intensificando i suoi attacchi alla luce dell'annunciata consegna di aerei da combattimento e di ulteriori aiuti militari occidentali a Kiev. Il comandante dell’esercito ucraino Oleksandr Sirsky ha dichiarato online lunedì che Mosca è “pienamente consapevole” che, a seguito della consegna e dell’arrivo dei primi aerei da caccia F-16, “il tempo giocherà dalla nostra parte”. Questo è il motivo per cui la Russia sta attualmente facendo “ogni sforzo” per “ampliare la portata dei combattimenti”.

14:49: tribune di calcio ucraine distrutte

Poco prima della prima partita dell'Ucraina agli Europei, il leggendario attaccante e presidente della federazione Andriy Shevchenko ha avvertito di non dimenticare la guerra in casa, anche nell'euforia del calcio. La sua associazione ha organizzato una manifestazione a Monaco prima della partita del girone contro la Romania. Nella piazza Wittelsbacherplatz, nel centro della città, sono state collocate 21 sedie provenienti dalle tribune dello stadio Sonjachny di Kharkiv, distrutto dalle bombe russe nel maggio 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto