Autostrada, offerta CDP “non adatta”. Atlanta desidera ricevere un’offerta con un prezzo entro 7 giorni

Autostrada, offerta CDP “non adatta”.  Atlanta desidera ricevere un’offerta con un prezzo entro 7 giorni

Il piano del gioco per sbloccare il gioco, che va avanti da tre mesi con lettere e ultimatum, è stato stabilito solo una settimana fa. Ma la stabilità dello schema deve essere inclusa nelle mappe di calcolo, non può essere basata solo sull’unità di intenti. E questo passaggio nella trattativa tra Cassa Depositi e Prestiti e Atlanta sulla nascita di una nuova Autostrade ha minato lo schema previsto. In una lunga riunione del consiglio di amministrazione della controllata Benetton è stata considerata una proposta che Cassa ha messo sul tavolo con i fondi di Blackstone e Macquarie per acquistare l’88% di Autostrade. E lui ha risposto che no, non è: “Le condizioni economiche e le relative condizioni nello stato” non soddisfano ancora i requisiti “. Inoltre, è richiesta un’offerta obbligatoria con un prezzo e il cassiere deve presentarla entro sette giorni.

Per capire perché la porta di Atlantide è più semichiusa che aperta, dobbiamo fare un passo indietro. Lunedì sera, quando Cassa ha inviato l’offerta. L’offerta precedente, senza prezzo e, soprattutto, con scadenze per accettare un’offerta obbligatoria è molto più lunga di quanto consegnato ad Atlanta una settimana dopo. Il KDP si è detto pronto a fissare una tempistica e uno schema per l’operazione entro il 28 ottobre e d’ora in poi tra dieci settimane per la corretta verifica necessaria per fare una proposta obbligatoria. Il tempo che sia il cassiere che i fondi ritengono necessario, perché senza un’adeguata verifica non sai cosa stai per acquistare. La scadenza di sette giorni, che ora mostra Atlanta, mette nuovamente le trattative sulle montagne russe: c’è la volontà di parlarsi di nuovo, ma con una scadenza molto ravvicinata.

READ  Pasta alla gingara - un piatto unico che ci darà un tale piacere che non possiamo desiderare altro

Quando un piano di gioco balla, non è solo per il tempo. È anche, se non soprattutto, il contenuto che crea discrepanze, non assonanze. Cassa e fondi non hanno specificato un prezzo, mentre Atlanta in una lettera inviata martedì scorso alla controparte ha chiesto un prezzo indicando anche di essere in attesa di un’offerta obbligatoria piuttosto che preliminare. I tempi stretti non hanno consentito a Cassa, Blackstone e Macquarie di soddisfare queste due richieste. La proposta, invece, ha una stima Autostrade: da 8,5 a 9,5 miliardi. E per Atlanta, questa valutazione non è buona, è troppo bassa. La combinazione di tutti questi elementi costringe l’Atlantico a decidere su una svolta immediata, ma le condizioni stabilite creano inevitabilmente pressione sulla Cass. E c’è un’assemblea degli azionisti di Atlanta, che prevede la fine del mese e chiede di dare il via libera al doppio binario: uno schema di gioco che né la cassa né il governo non amano e non supera lo schema di vendita dell’88% delle autostrade. Ma la riunione è ancora convocata. Se le cose andranno male il 28 ottobre, Atlanta potrebbe decidere in due giorni di continuare il suo unico viaggio verso la nascita di una nuova Freeway.

Ma a complicare il quadro, già in bilancio, c’è una domanda sul piano economico finanziario di “Autostrade”. Si tratta di un investimento che il governo ha richiesto alla casa automobilistica, un impegno a mantenere le tariffe entro un certo tetto. Il costo di Autostrade, e quindi il prezzo di vendita, dipende da questo piano. Sembrava una questione chiusa, ma è ancora irrisolta. Perché l’Autorità per i trasporti ha trasmesso questo piano al Ministero dei Trasporti, sollevando diverse problematiche, e tutto questo può essere inquadrato come un vantaggio troppo significativo per Autostrade. Il MIT insieme al Presidente del Consiglio e al Tesoro chiederanno spiegazioni all’azienda, ma Autostrade non è pronta ad annullare il piano, anche frutto delle trattative con MIT, in corso da sei mesi. Tra l’altro – questo è il ragionamento dell’azienda – è stato il governo nella torbida notte dell’accordo con la “Benettons” del 14 luglio che ha imposto un certo importo di tariffe, e poi tutte le altre voci contenute nel piano. Le autorità stanno ora intervenendo, affermando che il piano deve essere modificato seguendo le linee guida in bianco e nero in un rapporto inviato al MIT il 14 ottobre. Il governo sembra concentrarsi sul riconoscimento di alcuni di questi tratti, non tutti. Ma è la quantificazione e la declinazione di questa parte che può cambiare il gioco in una direzione o nell’altra, cioè causare un “o” o un “no” da Autostrade. Perché se la catena, se il piano che il MIT ha inviato all’Amministrazione, non passa, allora tutto è perduto. E lo schema potrebbe cessare di essere compostabile.

READ  Superbonus 110%, raddoppia il costo del fotovoltaico

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

MONDOSCINEWS.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Mondo Sci News