Apple ha approvato altre 6 app per iPhone infette, che sono

Processi “autenticazione notarile“Dei programmiApp di Apple Il negozio l’ha fatto di nuovo mancata accensione: non proteggeva gli utenti dalla pubblicazione e dal download di altri sei app iOS infette. Questa volta i programmi rilevati contengono un virus Offre OSX / Mac, in agosto sono stati ritrovati Altre 40 applicazioni infette con Shlayer e BundleCore, altri due pericolosi malware.

In entrambi i casi, dobbiamo una rivelazione Intega, una società di sicurezza informatica specializzata nell’analisi di app per macOS, iOS e iPadOS. Intego afferma inoltre che Apple ha rimosso sei app infette prima che la società fosse in grado di avvisare: molto probabilmente è stato fatto da un’altra società di sicurezza informatica o da qualche utente che dopo aver scaricato una delle app si è trovato con un iPhone infetto. Tutte e sei le app offensive sono state approvate come “Installazione di Flash“Cioè, hanno promesso di stabilire Adobe Flash Player sul tuo smartphone.

App infette per iOS: perché sono pericolose

Sei app trovate e rimosse dall’App Store contenevano il virus OSX / MacOffers (noto anche come MaxOfferDeal). Questo malware, tra le altre cose, cambiare il browser predefinito con la versione infetta per aumentare ulteriormente i rischi per l’utente.

Per nascondere e trasferire i controlli dell’App Store Usi di OSX / Mac »steganografia“: Nasconde informazioni segrete all’interno dell’immagine jpeg. Questa immagine contiene effettivamente un file .zip che ha un’altra applicazione pericolosa che infetta davvero il dispositivo.

READ  L'alternativa per iPad basata su Linux sta finalmente arrivando?

L’App Store è sicuro?

Intego spiega che grazie alla steganografia, il virus OSX / MacOffers è molto difficile da trovare: i loro test mostrano che solo 4 antivirus su 60 testato, possono trovarlo, ma piuttosto trovano una seconda app, non il primo (che invece nessun antivirus riesce a trovare).

Quindi è vero Apple non fa affatto una buona impressione con queste sei app appena infettate trovate nell’App Store, ma non è meno vero nessun altro negozio li avrebbe trovati e bloccati in tempo. In questo caso particolare, le app sono state scaricate sull’App Store a partire dal 6 ottobre e Apple le ha disinstallate il 12 ottobre. Tuttavia, nel Google Play Store, il tempo per rimuovere l’applicazione infetta è molto più lungo.

Giuseppe cita un esempio molto recente: nei giorni scorsi sono stati ritrovati 21 app infetta per Android e 19 di loro sono ancora nel Play Store.

Applicazioni da disinstallare

Intego non ha specificato i nomi delle app infette da rimuovere perché Apple lo ha già fatto. Piuttosto, l’azienda ha rivelato che sono tutti software da scaricare e installare Adobe Flash Player e questo nel 2020 sembrerà assurdo.

Adobe Flash Player è essenzialmente (pericoloso) dinosauro web: nato per visualizzare animazioni e contenuti multimediali, esploso con la prima generazione di giochi per cellulare, inoltre non è più supportato da Adobe.

In effetti, negli anni si è dimostrato troppo facile da usare piratachi ha usato e abusato di questo trasportano virus ed eseguire codice dannoso sui dispositivi. Quindi, secondo Intego, prima ancora di chiederci se l’App Store è sicuro, dobbiamo chiederci perché oggi un utente dovrebbe utilizzare Adobe Flash Player.

READ  Gli iPhone hanno rallentato, Apple è ancora addebitata dal Belgio, dalla Spagna e presto dall'Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto